Spettacoli

Una festa della musica, un lungo percorso sonoro tra generi e stili diversi che farà viaggiare il pubblico di Mediterraneo Downtown da Cuba, fino all’india, dalla Siria fino ai Balcani. Dal tramonto all’alba: si comincia alle 21 di sabato al teatro Politeama per finire all’alba nel cortile del castello dell’imperatori passando per Cantieri Culturali Ex-macelli di Officina Giovani. Quest’anno abbiamo pensato infatti ai diversi tipo di pubblico, dagli amanti del jazz ai frequentatori di discoteche fino ai più mattinieri e intimisti.

 Sabato 5 maggio ore 21.00 – Teatro Politeama Pratese

Concerto: Paolo Fresu, Omar Sosa e Trilok Gurtu

Biglietto 15 euro (+diritti prevendita) in prevendita sul circuito Box Office e TicketOne e 19 euro se acquistato la sera del concerto.

Concerto di tre fra i più importanti e stimati musicisti della scena internazionale, eccezionalmente insieme per un progetto davvero unico: tre voci musicali uniche e differenti insieme per uno speciale progetto in trio che combina elementi musicali tradizionali e moderni, provenienti da India, Italia e Cuba. Tre maestri della musica con carriere illustri, virtuosi di diritto, con particolare predilezione ad espandere i confini musicali e esplorare nuove culture.

Sabato 5 maggio ore 23.00 Cantieri Culturali Ex-macelli di Officina Giovani

DJ Set di Mediterraneo Downtown

lngresso libero

Una serie id dj set che culmineranno (a partire dalle ore 23.00) con l’energia esplosiva di Shantel, con il suo SHANTOLOGY 30 years of club Guerilla DJ session. Stefan Hantel, in arte Shantel è un produttore discografico, cantante e disc jockey tedesco, conosciuto soprattutto per i suoi lavori con la sua orchestra gitana e per i suoi remix tra musica balcanica ed elettronica.

Shantel è riconosciuto in tutto il mondo per il suo inconfondibile stile, un mix di Balkan Beats, Gypsy-Grooves e Russian-Disco. Ha dato origine a nuove sonorità, che fondono cultura pop musicale e suoni folkloristici Balcanici, senza essere mai banale, creando così il suo sound. Suona come DJ resident in molte città, come Berlino, Vienna, Istanbul.

Domenica 6 maggio ore 6.00 Castello dell’Imperatore

Concerto: violinista siriano Alaa Arsheed e del chitarrista Isaac de Martin

Ingresso libero su prenotazione.

Un viaggio in musica all’insegna della commistione tra culture, colori e suggestioni del mediterraneo, del jazz degli albori e dell’elettronica d’avanguardia. Il concerto proposto dal duo è la versione intima e acustica di questo magico viaggio sonoro.

Eventbrite - Concerto all'alba - Alaa Arsheed e Isaac de Martin

Domenica 6 maggio alla fine del concerto – Castello dell’Imperatore

Bella per forza, in cammino.

Arte partecipata, installazione e performance

Progetto artistico di Doris Maninger

L’idea di “Bella per forza” è nata a Zagarise in Calabria, nel 2016, in occasione del Festival dei Giardini delle Esperidi. L’evento coniuga il recupero del paesaggio e dei luoghi con il valore attribuito alle relazioni e agli sguardi artistici (poetici, musicali…) come strumenti di comprensione della realtà. L’idea-base di “Bella per forza”, prevede l’uso di materiali “elementari” tra cui il cotone di Prato e la patata della Sila, prodotti iconici delle rispettive realtà. Dalle singole pezze di cotone decorate durante un laboratorio (venerdì mattina), in cui sarà utilizzata la patata a mo’ di timbro, si arriva alla creazione di una grande tela-collage che sarà srotolata dal Castello dell’Imperatore la domenica mattina durante il concerto all’alba. L’idea di portare a Prato il progetto, in cammino lungo l’Italia, ha un doppio significato: un ritorno laddove tutto è iniziato, cioè nella città del tessuto utilizzato con la sua valenza storica e simbolica, e anche di un arrivo – almeno provvisorio – del viaggio.

Domenica 6 maggio ore 11:30 Teatro Metastasio

Amy storia di un naufragio – performance di Daniela Morozzi 

AMY. Storia di un naufragio, liberamente tratto dal racconto “Amy Foster” di Joseph Conrad del 1901, è lo spettacolo nasce dalla collaborazione del Teatro delle donne con l’attrice Daniela Morozzi. Allora erano emigranti che dall’est Europa volevano raggiungere l’America, ma disperazione, scafisti e naufragi sono identici, come uguali sono i cadaveri sulle spiagge.

Domenica 6 maggio ore 18:00 Officina Giovani Ex-Macelli

“Romeo & Giulietta in Prato”

Lo spettacolo è stato realizzato interamente dai membri dei gruppi di “Cittadinanza Attiva” e di teatro “Res publica” del Liceo Copernico, con la regia di Stefano Luci, che accompagna i ragazzi da ormai due anni. Gli attori, rivisitando l’opera shakespeariana, hanno messo in scena una storia d’amore ambientata a Prato, che ruota attorno a dieci coppie multietniche, moderni “Romeo e Giulietta”, le quali lottano contro le famiglie per proteggere il loro amore dai pregiudizi. Il messaggio che i ragazzi hanno voluto trasmettere è molto profondo: l’amore è in grado di trasformare le diversità in ricchezza e pertanto è importante sconfiggere la paura del diverso.